Breve storia della biblioteca

Il primo nucleo del patrimonio librario risale al 1983 quando nacque il Centro di Documentazione delle Donne di Pisa che aveva come obiettivo sia la costituzione di una biblioteca specializzata sia la raccolta di documenti e testimonianze relative al movimento femminista, in particolare a quello toscano. Al Centro partecipavano donne esperte di informatica e di biblioteconomia che realizzarono una bibliografia del soggetto-donna, composta selezionando le notizie pubblicate dalla Bibliografia Nazionale Italiana negli anni 1975-1984.

Quando nel 1990 il movimento delle donne ottenne dalla Provincia di Pisa la palazzina via Galli Tassi, i libri e i documenti del Centro vennero trasferiti nella nuova sede.

La biblioteca successivamente divenne parte della rete Lilith, rete nazionale di centri di documentazione, archivi e biblioteche di donne che aveva tra i suoi obiettivi la comunicazione e trasmissione della cultura politica delle donne.

Oggi la biblioteca fa parte di Bibliolandia, la rete che collega tutte le biblioteche della provincia di Pisa.